Bellacchi: «Le 18 postazioni del Consorzio di bonifica trattengono quintali di rifiuti portati dai fiumi»

«Con gli impianti di sollevamento delle acque il Consorzio di bonifica svolge una importante funzione idraulica e ambientale. Grazie ad essi infatti vengono intercettati e trattenuti quintali di spazzatura destinata a raggiungere il mare».
E’ quanto spiega Fabio Bellacchi, Presidente del Consorzio Bonifica 6 Toscana Sud, che sottolinea «l’importante ruolo di difesa svolto dai lavori» come «l’intervento portato a termine quattro anni fa, alla foce del fiume Ombrone che ha contribuito a ricostituire
l’ecosistema».
Sono diciotto gli impianti idrovori che, oltre a contribuire alla riduzione del rischio idrogeologico, intercettano e trattengono quintali di spazzatura altrimenti destinati a riversarsi in mare. «Un fenomeno grave – dice Bellacchi – che diventa di estrema attualità con l’avvio della stagione balneare».

Qui l’articolo